Paesi Ue approvano storica legge su cambiamento climatico

·1 minuto per la lettura
Bandiera dell'Unione europea davanti alla sede della Commissione Ue a Bruxelles

BRUXELLES (Reuters) - I Paesi dell'Unione europea hanno approvato in via definitiva una legge che renderà legalmente vincolanti gli obiettivi sulle emissioni di gas serra del blocco.

I negoziatori del Parlamento e degli Stati membri della Ue hanno raggiunto un accordo ad aprile sulla legge sul clima, che fissa obiettivi per ridurre le emissioni nette del blocco del 55% entro il 2030, rispetto ai livelli del 1990, ed eliminarle completamente entro il 2050.

Oggi, i ministri dei 27 Paesi del blocco hanno formalmente approvato l'accordo, ad eccezione della Bulgaria, che si è astenuta.

"Il compromesso finale non riflette sufficientemente la nostra posizione nazionale", ha detto un portavoce del governo bulgaro, senza fornire ulteriori precisazioni.

I leader di tutti i Paesi del blocco hanno firmato a dicembre gli obiettivi di riduzione delle emissioni per il 2030, che mirano a mettere la Ue su un percorso che, se seguito a livello globale, eviterebbe le conseguenze più devastanti del cambiamento climatico. Gli obiettivi si applicano alle emissioni complessive della Ue, e non sono un requisito vincolante per i singoli Paesi.

La legge mira a mettere il clima al centro di tutte le politiche europee, garantendo che le future normative sostengano gli obiettivi di riduzione delle emissioni.

Questo richiederà un'enorme revisione della politica europea. La maggior parte delle norme comunitarie sono progettate per raggiungere il precedente obiettivo di ridurre le emissioni del 40% entro il 2030.

(Tradotto da Alice Schillaci in redazione a Danzica, in redazione a Milano Sabina Suzzi, alice.schillaci@thomsonreuters.com, +48587696614)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli