Paita: riparta da Ponte Morandi ma anche da altre opere

Pol-Afe

Roma, 1 ott. (askanews) - "Oggi sul cielo di Genova è apparso il primo troncone della nave di Renzo Piano che attraverserà la Valpolcevera. Un ponte nuovo che unisce anziché dividere, che tiene insieme piuttosto che lacerare. Genova ha resistito con coraggio, ma ora la città e il suo cuore pulsante, il porto, hanno bisogno di uscire dall'isolamento. Col ponte certo, ma anche con il Valico, il Nodo, la Gronda, opere completamente finanziate, o pronte a ripartire e soprattutto ormai condivise. Chiederemo con ostinazione un ferreo rispetto dei tempi, perché ogni giorno perso è un danno per la città. La 'cura del ferro' ormai vede il traguardo e i nuovi binari consentiranno un'importante transizione a favore del trasporto sostenibile per le persone e le merci. Rimane il tema del riordino della viabilità su gomma per chiudere il cerchio. E noi siamo pronti a confrontarci per dare a Genova la risposta giusta". Così in una nota la deputata di Italia Viva Raffaella Paita.