Pakistan, 19 impiegati di un fast food arrestati per non aver accettato le richieste della polizia

·3 minuto per la lettura
Pakistan
Pakistan

Tutti i lavoratori impiegati presso un fast food in Pakistan sono stati posti in stato di fermo per essersi rifiutati di offrirehamburger gratis a un gruppo composto da agenti della polizia.

Hamburger gratis negati ai poliziotti: lavoratori di un fast food arrestati

Nel corso della seconda settimana di giugno, un gruppo di poliziotti si è recato presso uno dei fast food che compongono la catena Johnny & Jugnu di Lahore, in Pakistan, e hanno chiesto ai dipendenti che gli venissero offerti hamburger gratis. Gli impiegati, tuttavia, si sono rifiutati di assecondare una simile richiesta: in seguito al rifiuto del personale, tutti i 19 lavoratori del fast food sono stati arrestati dalle forze dell’ordine.

L’episodio è stato commentato dalla catena Johnny & Jugnu che ha rilasciato una nota ufficiale, spiegando: “Non è la prima volta che accade una cosa del genere… nel nostro ristorante”.

Sulla base delle informazioni riportate dal sito della BBC, i fatti risalgono alla notte compresa tra sabato 12 e domenica 13 giugno.

Hamburger gratis negati ai poliziotti: il comunicato di Johnny & Jugnu

Nella vicenda, erano coinvolti nove agenti della polizia pakistana che, dopo la scoperta dell’accaduto, sono stati sospesi dal servizio.

Le sospensioni dei nove agenti sono state annunciate dall’alto funzionario della polizia provinciale, Inam Ghani, attraverso un post apparso sul suo account Twitter ufficiale: “A nessuno è permesso di farsi giustizia da solo. Non tolleriamo questi atteggiamenti. Tutti saranno puniti”.

Sull’account Facebook di Johnny & Jugnu, invece, è stato postato un messaggio attraverso il quale viene precisato che un gruppo di poliziotti si era già recato al fast food due giorni prima dell’incidente segnalato, avanzando la medesima richiesta che ha portato all’arresto dei 19 lavoratori nella notte tra sabato 12 e domenica 13.

A questo proposito, la catena di fast food ha dichiarato: “Volevano che glieli regalassimo, è diventata una pratica comune per loro… gli agenti di polizia hanno minacciato i nostri dirigenti e se ne sono andati, solo per tornare il giorno successivo per molestare ulteriormente e fare pressione sui nostri team… con argomenti infondati”.

Hamburger gratis negati ai poliziotti: la testimonianza del personale del fast food

La catena Johnny & Jugnu, inoltre, ha anche rilasciato un comunicato datato venerdì 11 giugno nel quale asseriva: “Alcuni agenti di polizia sono venuti nel nostro punto vendita e hanno preso in custodia il nostro manager, senza fornire alcuna motivazione. Poi hanno fatto uscire tutto il nostro personale di cucina, compreso il resto dei gestori”.

Il fast food ha anche raccontato che al personale in sede è stato impedito di chiudere la cucina, imponendo loro di lasciare “le friggitrici ancora in funzione e i clienti in attesa dei loro ordini”.

Gli impiegati, poi, non hanno avuto il permesso di allontanarsi dal locale per circa sette ore e hanno affermato che gli agenti di polizia “li stavano molestando, spintonando, tutti per non aver dato loro hamburger gratis”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli