Pakistan, arrestato fondatore gruppo che organizzò strage a Mumbai

Coa

Roma, 17 lug. (askanews) - Le autorità pachistane hanno arrestato Hafiz Saeed, fondatore del gruppo Lashkar-e-Taiba (LeT), movimento armato accusato di avere organizzato i sanguinosi attacchi di Mumbai nel 2008: lo ha riferito il canale televisivo Geo. Secondo un portavoce di Jamtat ud-Dawa (JuD), un'organizzazione benefica legata al LeT, Hafiz Saeed è stato arrestato a Gujranwala, nel Pakistan centrale.

Il portavoce ha detto di ignorare le motivazioni che hanno portato all'arresto, dicendo che potrebbero essere legate alle accuse di finanziamento del terrorismo.

L'India ha accusato i combattenti legati al gruppo Lashkar-e-Tabia, con sede in Pakistan, di essere responsabili degli attacchi che uccisero 166 persone nel novembre 2008 a Mumbai. Dei dieci attentatori, tutti pachistani, nove furono uccisi negli scontri seguiti agli attacchi, ricorda l'Afp. L'unico sopravvissuto del commando, Mohammad Ajmal Kasab, è stato segretamente impiccato in India nel 2012.