Pakistan, "blasfemo" assolto dopo 18 anni carcere -3-

Fth

Roma, 26 set. (askanews) - La ONG ha anche denunciato "una parodia" della giustizia dopo che un professore universitario, Junaid Hafeez, accusato di blasfemia, ha trascorso più di cinque anni in isolamento. Anche il suo processo è stato "gravemente ritardato", con otto giudici che sono riusciti in questo caso a non decidere il suo destino, secondo Amnesty. Nel maggio 2014, tre uomini armati avevano assassinato l'avvocato di Junaid Hafeez, che era stato minacciato dagli avvocati di parte civile durante un'udienza.

L'assoluzione dello scorso ottobre di Christian Asia Bibi, una madre che aveva trascorso più di otto anni nel braccio della morte per blasfemia, che ha sempre negato, aveva provocato manifestazioni violente in tutto il Pakistan. Asia Bibi ora vive in Canada con la sua famiglia.