Pakistan, rilasciati dopo 5 anni cristiani detenuti per proteste -3-

vgp

Roma, 30 gen. (askanews) - Attraverso la Commissione Giustizia e Pace, Aiuto alla Chiesa che Soffre ha finanziato l'assistenza legale ai cristiani arrestati, molti dei quali sicuramente innocenti. Subito dopo gli attacchi kamikaze, la Chiesa locale ha invitato i propri fedeli a non cercare vendetta e ha in seguito condannato le proteste ed il linciaggio dei due uomini. «È la prima volta che i cristiani in Pakistan hanno una simile reazione - ha spiegato ad ACS il parroco della chiesa cattolica di St. John a Youhanabad, don Francis Gulzar - ed è giusto che i colpevoli siano stati arrestati. Tuttavia non possiamo fare a meno di notare come la giustizia non sia uguale per tutti. Perché i colpevoli di tante stragi anticristiane non sono mai stati arrestati?».

(Segue)