Pakistan, rilasciati dopo 5 anni cristiani detenuti per proteste -2-

vgp

Roma, 30 gen. (askanews) - Dopo che due attentatori suicidi si sono fatti esplodere durante le funzioni domenicali in prossimità delle chiese cattolica di St. John e protestante Christ Church, causando la morte di 15 fedeli e il ferimento di 70 persone, la locale comunità cristiana, stanca di continui attentati e soprusi, ha iniziato a protestare. Nella concitazione del momento due musulmani sono stati ingiustamente additati dalla folla come responsabili degli attentati alle chiese e linciati a morte.

In seguito all'omicidio dei due uomini, la polizia ha compiuto diversi raid nel quartiere di Youhanabad e disposto l'arresto di decine di cristiani. Anche alcuni musulmani coinvolti nelle proteste sono stati arrestati e poco dopo scarcerati. A 42 dei cristiani è stata invece negata la cauzione. Due di loro sono morti in carcere, gli altri 40 sono stati rilasciati soltanto oggi.

(Segue)