Pakistan, schianto aereo: "negligenza" di piloti e controllori

Ihr

Roma, 24 giu. (askanews) - "Negligenza" dei piloti, vittime di una "fiducia eccessiva" e dei controllori del traffico aereo: queste le cause dell'incidente, avvenuto lo scorso 22 maggio, di un Airbus A320 della compagnia pachistana PIA a Karachi, che ha provocato 97 morti. Lo ha detto oggi il ministro dell'Aviazione pachistano, citato dall'Afp.

"C' stata negligenza da entrambe le parti", ha dichiarato Ghulam Sarwar Khan, presentando il primo rapporto sul sinistro in Parlamento. "Il pilota ha ignorato le istruzioni dei controllori del traffico aereo, che da parte loro non hanno segnalato il danno", derivato da un primo tentativo di atterraggio poi fallito dell'aereo, ha spiegato.