Palazzo Chigi: nessuna associazione professionale tra Conte e Alpa -3-

Red/Mos

Roma, 3 dic. (askanews) - "In effetti, a seguito di quel progetto di parcella fu poi emessa una sola fattura al cliente da parte di Guido Alpa per il processo di primo grado. La decisione di Conte di non farsi pagare è stata dettata dal fatto che, nel primo grado di giudizio, il suo apporto all'istruzione e alla conduzione della causa è stato assolutamente marginale rispetto a quello del professor Alpa. Conte si è limitato solo a presenziare ad alcune udienze, senza contribuire alla redazione della enorme mole di memorie scritte, che notoriamente nelle cause civili sono la gran parte dell'attività difensiva", scrive la Presidenza del Consiglio.

"Del resto, come riconoscono anche i giornalisti delle Iene, vi sono stati altri incarichi che il professor Conte ha svolto per il Garante, ente pubblico, anche senza il coinvolgimento professionale di Alpa, 88, in cui ha deciso di non farsi pagare. La decisione di rinunciare, nel 2009, a 7 anni di distanza dal concorso da ordinario, ai propri compensi non ha consentito ad Alpa di fatturare un importo maggiore. Nei collegi difensivi, infatti, ciascun professionista ha un mandato proprio, e può anche fatturare autonomamente e indipendentemente dall'entità delle parcelle degli altri membri del collegio difensivo", continua.(Segue)