A Palazzo Giustiniani convegno per "I 150 anni del Mahatma Gandhi"

Orm

Roma, 2 ott. (askanews) - Nel 150esimo anniversario della sua nascita, l'India e il mondo intero hanno reso omaggio oggi al Mahatma Gandhi, "Grande Anima" nazionale che ispirò il cammino del suo Paese verso l'indipendenza e icona mondiale della possibilità di realizzare grandi cambiamenti partendo da piccole azioni. E a Roma, nella Sala Zuccari di Palazzo Giustiniani, il Senato ha organizzato per la Giornata internazionale della Nonviolenza il convegno "Celebrando i 150 anni del Mahatma Gandhi", promosso dalla senatrice Roberta Pinotti (presidente del Gruppo parlamentare di amicizia Italia-India) e dall'ambasciata indiana a Roma.

Un evento in una cornice istituzionale per riflettere su una delle figure meno istituzionali della politica del Novecento. Gandhi "ha stimolato la forza interiore della gente chiedendo loro di impersonare il cambiamento", ha affermato Reenat Sandhu, ambasciatrice indiana a Roma, sottolineando la dimensione universale del messaggio del 'Bapu' (padre) della nazione indiana: "Anche se era indiano Gandhi non apparteneva solo all'India. Ma con la forza della nonviolenza è riuscito scuotere un impero secolare". (Segue)