Palermo: Bongiovanni (Pd) a Giambrone, 'il partito non è un autobus, si sta per convinzione' (2)

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – Inoltre, per Antonino Bongiovanni "le primarie sono lo strumento più naturale per aggregare forze diverse". "Confesso invece di non avere chiari i contenuti dell’intervista del suo vicesindaco, Fabio Giambrone, specie in quella parte in cui sembra legare la confluenza dell’eredità di Orlando al Pd solo in caso di primarie. Quello che non mi è chiaro è questo: Se non dovessero esserci le primarie, se si dovesse trovare una quadra sul programma e un nome di un candidato alto che possa mettere tutti d’accordo, anche i movimenti civici e quei partiti che oggi non sono al tavolo della coalizione. Se ci fosse la possibilità di portare tutti coloro che fino ad oggi si sono proposti a fare un passo di lato per farne fare uno enorme avanti alla coalizione, Giambrone sarebbe, comunque, pronto a spendersi per il Pd (al quale hanno nuovamente aderito appena qualche mese fa) e per il suo candidato?".

"Giambrone accetterebbe il metodo – chiede Bongiovanni -o per lui ci possono e devono essere solo le primarie? Lo chiedo non solo nella qualità di chi è stato candidato in quelle liste civiche che l’assessore Giambrone ha rivendicato come “sue”, ma anche e soprattutto da Presidente di un Partito, il Partito Democratico, che nessuno può permettersi di considerare un autobus".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli