Palermo, cantante neomelodica uccisa: il marito confessa

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·2 minuto per la lettura

Cantante neomelodica uccisa a coltellate in casa, il marito ha confessato. La 32enne, Piera Napoli, è stata ritrovata questa mattina nel bagno della propria abitazione nel quartiere Cruillas di Palermo. L'uomo, 37 anni, è stato arrestato per omicidio aggravato e trasferito nel carcere Pagliarelli di Palermo.

Secondo quanto apprende l'Adnkronos, prima di uccidere la moglie, ha portato i tre figli - di cui due gemelli - dai nonni, per poi tornare a casa e compiere l'omicidio. I rapporti tra i due erano tesi e complicati da tempo, probabilmente per motivi di gelosia. I vicini raccontano di liti ripetute e violente già da diversi mesi.

La cantante sul proprio profilo Facebook 15 ore fa aveva invece messo il post: "Vuoi che ti regalino dei fiori il 14 (San Valentino) muori il 13". Mentre il marito nel suo aveva pubblicato un post, l'ultimo è del 3 febbraio, con una foto di Robert De Niro e la scritta: "Il rispetto gran bella cosa, peccato che non tutti ne conoscano il significato".

Tanti i messaggi di cordoglio per Piera, anche nel mondo della musica. "Sono senza parole e dispiaciuto di quello che è successo.. cara amica mia da tanti anni , ragazza per bene, solare e sempre con la voglia di cantare,,, abbiamo condiviso diversi anni di bella musica !!! Che la terra ti sia lieve Cara Piera Napoli, riposa in pace", scrive Piero Sala, discografico che con la cantante aveva collaborato, mentre il cantante Gaetano Barone sceglie di postare il video di una canzone per ricordarla: "Adesso canta insieme agli angeli", scrive. Anche il neomelodico Mimmo Fini affida a Fb il suo addio: "Non ci sono parole, non ho parole per definire tale disgrazia. Che possa arrivarti in cielo tutto l' amore dei tuoi bimbi, e ti dia forza per proteggerli fin qui".