Palermo, i maturandi: tracce abbordabili ma aspettavamo l’Ucraina

featured 1621422
featured 1621422

Palermo, 22 giu. (askanews) – Abbastanza soddisfatti per le tracce uscite gli studenti maturandi, anche se qualcuno si aspettava un tema di strettissima attualità come la guerra in Ucraina.

A Palermo, i ragazzi del Liceo Classico Umberto I, escono sorridenti dalla prima prova dell’esame di Stato: “Speriamo bene, penso benino”.

“Ho scelto la traccia B1, il testo di Liliana Segre sulla

discriminazione razziale e non”. “Erano abbastanza varie, alcune tracce me le aspettavo come quella su Verga, per i 100 anni della morte ma sinceramente non ho visto la traccia sulla guerra in Ucraina e me la sarei aspettata”.

“Mi aspettavo una traccia sulla guerra in Ucraina, invece no, non avevo neanche pensato a quelle di letteratura, sono più da testo argomentativo”.

“Ho scelto la traccia B3, un discorso del Nobel per la Fisica Parisi sul tema ambientale, mi aspettavo uscisse una traccia del genere ne abbiamo parlato più volte durante l’anno quindi era abbordabile”.

Qualcuno indossa la mascherina anche se non era obbligatorio e già si prepara alla seconda prova, quella di indirizzo. “La seconda prova sarà più difficile perché dovremmo ripassare la grammatica latina, le basi del biennio, quindi penso richiederà maggior impegno”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli