Palermo: progettavano agguati contro forze dell'ordine e tentata estorsione, tre arresti

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Palermo, 29 ott. (Adnkronos) – I carabinieri della compagnia di Lercara Friddi (Palermo) hanno arrestato a Roccapalumba tre persone di 60, 55 e 50 anni. In particolare, a uno dei destinatari della misura di custodia cautelare in carcere, è contestato il reato di tentata estorsione a un amministratore pubblico, minaccia aggravata a pubblico ufficiale, entrambi aggravati per aver agito con modalità mafiosa. Gli altri sono accusati di ricettazione e detenzione di armi da fuoco. Le accuse sono tentata estorsione nei confronti di un amministratore pubblico, minacce a pubblico ufficiale aggravate dal metodo mafioso, con "la chiara volontà" di compiere agguati ai danni delle forze dell'ordine. E ricettazione e detenzione di armi da fuoco. Il provvedimento di custodia cautelare è stato disposto dal gip di Palermo in seguito alle indagini coordinate dal procuratore aggiunto della dirette dalla Direzione distrettuale antimafia, Salvatore De Luca. I 3 avrebbero manifestato più volte la "seria e concreta volontà di porre in essere agguati ai danni delle forze di polizia anche con le armi nella loro disponibilità", nonché di organizzare delitti contro il patrimonio e omicidi.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli