**Palermo: tentata concussione, condannato Presidente Consiglio comunale Orlando**

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Palermo, 27 ott. (Adnkronos) – Con l'accusa di tentata concussione il Presidente del Consiglio comunale di Palermo Salvatore Orlando è stato condannato a un anno e mezzo di carcere. Assolto, invece, Antonino Rera, il dirigente comunale, imputato di favoreggiamento personale. La sentenza è stata emessa poco fa della terza sezione penale del Tribunale, presieduta da Fabrizio La Cascia.

Secondo l’accusa Orlando, solo omonimo del sindaco Leoluca Orlando, nel giugno del 2015 avrebbe tentato di costringere due componenti della commissione comunale per il conferimento dell’incarico di responsabile dell’ufficio consulenza giuridico amministrativa del Consiglio, a scegliere Rera. La nomina non ci fu perché alla fine venne scelto Nicolò Giuffrida. I pm Giovanni Antoci e Claudia Bevilacqua a maggio avevano chiesto una pena a 3 anni e mezzo di reclusione per Orlando. Mentre per Rera, assolto, era stata sollecitata una condanna a 2 anni.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli