Palermo: tradito dai tatuaggi, arrestato rapinatore seriale

·1 minuto per la lettura
Palermo: tradito dai tatuaggi, arrestato rapinatore seriale
Palermo: tradito dai tatuaggi, arrestato rapinatore seriale

Palermo, 23 lug. (Adnkronos) – Un rapinatore seriale è stato tradito dai suoi tatuaggi e arrestato dalla Polizia di Stato di Palermo, in esecuzione di un provvedimento di custodia cautelare. In manette è finito Giuseppe Migliaccio, 31enne palermitano, pregiudicato del Villaggio Santa Rosalia. Migliaccio, nello scorso mese di giugno, aveva preso di mira una rivendita di detersivi che proprio al Villaggio Santa Rosalia conta due punti vendita, mettendo a punto due rapine in rapida successione, il 27 ed il 29, con le medesime modalità. Le rapine fruttarono, complessivamente, poco meno di 1000 euro.

"La sua identificazione ed il suo arresto sono da ascrivere alla analitica conoscenza del territorio dei “Falchi” della Squadra Mobile che hanno saputo cogliere gli indizi di una condotta quanto meno poco accorta del rapinatore", dicono i poliziotti. Gli agenti hanno sin da subito supposto che il rapinatore dei due esercizi del “Villaggio Santa Rosalia” provenisse proprio dallo stesso popoloso quartiere cittadino ed hanno, quindi, effettuato uno screening dei pregiudicati. Tra questi rientrava proprio Migliaccio. La sua posizione è stata pesantemente aggravata da un lungo elenco di indizi tra cui l’avere agito a volto scoperto ed essere stato quindi riconosciuto dai poliziotti, aver compiuto le rapine indossando un paio di pantaloni ricorrenti in altre foto postate sul suo profilo social, aver esposto incautamente alle telecamere, in corso di rapina, parte di un inusuale tatuaggio, ed in ultimo, essere stato cliente occasionale di uno degli esercizi e quindi essere un volto noto e riconoscibile per il personale dell’esercizio stesso.

L’uomo, su cui gravavano già precedenti penali specifici, è stato raggiunto e tradotto presso una locale casa circondariale.