Palermo: tragedia di Casteldaccia con nove morti, a processo sindaco e proprietario villetta

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Palermo, 15 apr. (Adnkronos) – Quella notte del 3 novembre 2018 le acque di un torrente esondato causarono la morte di nove persone, tutte dello stesso nucleo familiare, riunite in una villetta per festeggiare. A distanza di due anni e mezzo il giudice per l'udienza preliminare di Palermo Claudio Emanuele Bencivini ha rinviato a giudizio il sindaco di Casteldaccia, Giovanni Di Giacinto, l'architetto Maria De Nembo e Antonino Pace, il proprietario della villetta. L'imputazione per tutti è di omicidio colposo. Archiviata la posizione del sindaco pro tempore dal 2013 al 2018 Fabio Spatafora, Rosalba Buglino, Alfio Tornese e Michele Cara Pitissi, questi ultimi dell'ufficio comunale.