Palermo, uomo con pistola semina il panico in cattedrale

(Photo by Stefano Montesi/Corbis via Getty Images)

Attimi di paura giovedì pomeriggio a Palermo dove un uomo armato di pistola ha fatto irruzione nella cattedrale del capoluogo siciliano.

L’uomo, un 33enne palermitano, ha seminato il panico all’interno della cattedrale mentre si stava celebrando un matrimonio e, secondo quanto riportato dall’Ansa, sarebbe stato fermato prima dal padre della sposa e subito dopo dall’intervento di poliziotti e carabinieri in borghese. “Abbiamo visto un uomo che con un borsello a tracolla e la mano infilata dentro, ha percorso la navata laterale, è arrivato vicino all'altare, ha estratto la pistola e l'ha puntata verso un familiare di mia cugina", racconta una parente della sposa. Ancora da chiarire se si trattasse di un giocattolo o arma vera e propria.

L’uomo, secondo quanto ricostruito, soffrirebbe di disturbi psichici. "Ci sono state urla, bambini che piangevano, qualcuno ha cercato di andare via - ha aggiunto una partente della sposa-. Il padre della sposa ha aggirato una colonna della cattedrale ed è riuscito a bloccare l'uomo. Poi sono arrivate le forze dell'ordine in borghese e l'hanno portato via. Non conosciamo questa persona. Siamo tutti molto scossi, sono stati attimi terribili".

Le forze dell’ordine hanno fatto sapere che nessun colpo è stato sparato dall’arma, in un primo momento alcuni invitati avevano dichiarato di aver udito dei colpi che però, stando alle ricostruzioni, sarebbero da ricondurre al frastuono causato dalla caduta di alcune sedie e panche nel fuggi fuggi generale.