Palermo, Zamparini contro Baccaglini: “Agirò per vie legali”

Maurizio Zamparini risponde alle dichiarazioni dell'ex patron del Palermo Paul Baccaglini: "Condotte di rilevanza penale nell'acquisto del club".

E' arrivata tramite un comunicato ufficiale la risposta di Maurizio Zamparini alle dichiarazioni di Paul Baccaglini. Il patron del Palermo avvisa l'ex patron del Palermo e promette di agire per vie legali.

Queste le dure parole di Zamparini dopo la deposizione di Baccaglini nell'ambito dell'inchiesta sui conti del club: "In merito alle dichiarazioni rese dal signor Baccaglini, il Patron Maurizio Zamparini e l’U.S. Città di Palermo informano di aver dato mandato ai propri legali per tutelare l’immagine ed i rispettivi interessi presso le competenti sedi giudiziarie. Inoltre, dall’esito delle attività investigative commissionate dal Patron sono emerse ipotesi di responsabilità rilevanti, anche sotto il profilo penale, nelle condotte di Paul Baccaglini relative all’acquisizione, tra l’altro, dell’U.S. Città di Palermo, oggi al vaglio delle competenti autorità giudiziarie, anche straniere".

In attesa che venga fatta chiarezza su quanto realmente accaduto, con il presente comunicato Maurizio Zamparini sente il bisogno di porgere le proprie scuse ai tifosi ed alla città di Palermo per avere in buona fede riposto la propria fiducia in soggetti rivelatisi inaffidabili,  coinvolgendo anche le Istituzioni Pubbliche ed i media in un progetto privo di alcuna consistenza. Il Palermo Calcio è patrimonio di tutta la città e come tale va protetto e tutelato ad ogni costo: speriamo e crediamo di poterlo riportare nella sua casa vera, la Serie A“.

Zamparini getta dunque delle pesanti ombre sulle modalità di acquisto del Palermo da parte del trader di Chicago, chiamato ora a rispondere alle durissime accuse del patron rosanero.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità