Pallante (Manageritalia Sicilia): "Rafforzare ripresa con più managerialità"

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Palermo, 2 nov. (Adnkronos/Labitalia) – “Oggi parleremo di sostenibilità nell’operare dell’impresa. Un obiettivo che dobbiamo prendere a cuore tutti e che richiede prima di tutto innovazione, sinergia sistemica, programmazione e contro e più di tutto più manager e gestione manageriale nelle aziende e organizzazioni del nostro bel territorio”. Così Carmine Pallante, presidente Manageritalia Sicilia, ha aperto l’assemblea dell’organizzazione dei manager del terziario dell’isola sabato scorso a Sambuca di Sicilia (Ag).

Temi al centro dell’assemblea, sono stati la sostenibilità d’impresa come valore sociale e influenza e impatto sulle scelte aziendali sviluppata in un interessante dibattito con alcuni ospiti tra i quali Massimo Fiaschi, segretario generale Manageritalia nazionale, Oscar Croci, Meic Services SpA, il presidente Pallante, i due vicepresidenti Luca Mencarelli e Michele Trimboli e i tanti presenti. Fiaschi ha anche parlato delle novità per i dirigenti del terziario a livello contrattuale, che grazie ad un recente accordo incentivano le imprese a utilizzare il welfare aziendale destinandolo ai fondi contrattuali e/o ai classici servizi per il benessere del lavoratore e della famiglia.

Un’innovazione che tutte le aziende devono utilizzare ancor più oggi per dare supporto ai loro dipendenti in ottica di sostegno al reddito e benessere. Sono intervenuti anche Francesco Rubino per parlare dell’attività e dei servizi destinati ai quadri e Giuseppe Castellana per quelli degli executive professional.

Al centro anche le previsioni sulla crescita del Pil che, nelle previsioni di Cgia su dati Prometeia, vede per il 2022 l’Isola al quarto posto tra le regioni italiane, con una crescita prevista del 3%, superata soltanto dal Veneto (3,4%), Lombardia (3,3%) ed Emilia Romagna (3%). Ma tutto questo non riuscirà ancora a far ritornare l’attività ai livelli pre-Covid e quindi, come si è detto in sala, bisogna sfruttare al meglio i fondi del Pnrr anche per attivare e attirare investimenti privati da fare in modo sinergico e soprattutto per sviluppare il terziario, vero motore dell’isola.

Manageritalia, Associazione siciliana dirigenti, quadri ed executive professional del commercio, trasporti, turismo, servizi, terziario avanzato, associa circa 200 manager ai quali fornisce una vasta gamma di servizi, di derivazione contrattuale e non, quanto mai validi ed evoluti: formazione, consulenze professionali, sistemi assicurativi e di previdenza integrativa, assistenza sanitaria ai manager e alla famiglia, iniziative per la cultura e il tempo libero.

L’Associazione siciliana, insieme ad altre 12 Associazioni dislocate sull’intero territorio nazionale, fa capo a Manageritalia (Federazione nazionale dirigenti, quadri e executive professional del commercio, trasporti, turismo, servizi, terziario avanzato) che rappresenta dal 1945 a livello contrattuale i dirigenti del terziario privato e dal 2003 associa anche quadri ed executive professional. Oggi Manageritalia significa oltre 35.000 manager in Italia: 23.000 dirigenti in attività che lavorano in 9.000 aziende, oltre a 7.000 dirigenti pensionati, 2.000 quadri e 3.000 professional.