**Pallavolo: Lucchetta, 'complimenti ai nuovi fenomeni, Giannelli e De Giorgi decisivi'**

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 12 set. – (Adnkronos) – "Ieri i ragazzi mi hanno commosso, mi hanno riportato indietro di 32 anni, al nostro trionfo di Rio de Janeiro del 1990, il primo dei 4 titoli mondiali nella storia della nostra pallavolo. Complimenti a tutti i ragazzi, in particolare al capitano Simone Giannelli nel quale mi sono rivisto e al ct De Giorgi che è stato un grande leader del gruppo". Così all'Adnkronos Andrea Lucchetta capitano dell'Italvolley campione del mondo nel 1990, all'indomani del trionfo degli azzurri nella rassegna iridata del 2022.

Lucchetta e compagni diedero vita alla cosiddetta "generazione dei fenomeni" che vinse tre titoli iridati consecutivi e della quale faceva parte anche il ct Ferdinando De Giorgi: "Io penso che questi ragazzi possano anche fare meglio di quelli della generazione dei fenomeni. De Giorgi, memore degli errori che vennero fatti a Barcellona '92, saprà farne tesoro e guidare i suoi ragazzi verso l'oro olimpico di Parigi 2024".

"La squadra è stata strepitosa per come è cresciuta dopo le due batoste in Nations League contro Polonia e Francia. Una crescita legata anche ai miglioramenti del nostro opposto Yuri Romanò, che nel club non è titolare e aveva bisogni di partite e di fiducia, cosa che è avvenuta in azzurro. Ora mi auguro che tutti i ragazzi che nelle loro squadre hanno giocato un po' meno gli vengano date sempre maggiori responsabilità perché se ne gioverebbe la Nazionale".