Pallottoliere Senato a 168: Richetti non vota

webinfo@adnkronos.com

La novità di oggi è quella di Matteo Richetti: il senatore Pd ha fatto sapere che non dovrebbe partecipare al voto di fiducia domani in aula al Senato. Dunque un voto in meno per la maggioranza. Ma i numeri restano comunque solidi per il Conte 2. Al momento, il pallottoliere è fermo su quota 168, dopo la decisione di Richetti. E sono ben 12 i voti incerti. Tra questi, i senatori a vita. Sebbene, ad esempio, ambienti parlamentari della maggioranza contino sul sì di Liliana Segre e Mario Monti.Nel dettaglio, ci sono i 105 dei 5 Stelle (non viene conteggiato il dissidente Gian Luigi Paragone). E poi 50 Pd, se Richetti confermerà di non partecipare al voto. Ed ancora 9 del Misto: i 4 senatori di LeuLoredana De Petris, Francesco La Forgia, Pietro Grasso e Vasco Errani; il socialista Riccardo Nencini e gli ex-M5S Maurizio Buccarella, Gregorio De Falco, Saverio De Bonis, Paola Nugnes. 

Non dovrebbe invece votare con la maggioranza un'altro ex-5 stelle, il senatore Carlo Martelli. Tra i 12 incerti anche i 5 senatori a vita, poi Emma Bonino, i due senatori del Maie, Ricardo Merlo e Adriano Cario, ed infine i 3 della Svp. Sebbene proprio ieri in un'intervista Julia Unterberger, presidente delle Autonomie, ha detto che voterebbe la fiducia al Conte 2. Infine l'opposizione. I no alla fiducia dovrebbero essere 139: 61 di Fi (la presidente Elisabetta Casellati non vota), 18 di Fratelli d'Italia, 58 della Lega e il dissidente Paragone.