Palombari Marina neutralizzano ordigni guerra: 50 in 7 giorni

Cro/Mpd

Roma, 20 lug. (askanews) - In 7 giorni di operazioni subacquee sono stati neutralizzati 50 pericolosi ordigni esplosivi risalenti alla seconda guerra mondiale, ripristinando così la sicurezza della navigazione e della balneazione in molte località italiane. Dal 12 al 19 luglio 2019 i Palombari del Gruppo Operativo Subacquei (GOS) del Comando Subacquei ed Incursori della Marina Militare (Comsubin), distaccati presso i Nuclei SDAI (Sminamento Difesa Antimezzi Insidiosi) di Augusta, La Maddalena e Taranto hanno concluso diverse operazioni subacquee nelle acque della Sicilia, della Sardegna e della Puglia attraverso le quali sono stati neutralizzati 50 pericolosi ordigni esplosivi. In particolare, in Sicilia il Nucleo SDAI di Augusta è intervenuto d'urgenza su richiesta della prefettura di Trapani rispettivamente a Marinella di Selinute, dove ha bonificato 41 proiettili d'artiglieria a soli 2 metri di profondità e a 30 metri dalla costa, mentre a Trefontane ha rimosso 1.000 munizioni da mitragliatrice da un relitto di Piaggio P108, un aereo italiano dell'ultimo conflitto che si trovava a 34 metri di profondità.

(Segue)