Palombelli fa dietrofront: "Mi scuso per le mie parole. Non mi sono spiegata bene"

·2 minuto per la lettura
SANREMO, ITALY - MARCH 05: Barbara Palombelli is seen on stage during the 71th Sanremo Music Festival 2021 at Teatro Ariston on March 05, 2021 in Sanremo, Italy. (Photo by Jacopo Raule / Daniele Venturelli/Getty Images) (Photo: Jacopo Raule / Daniele Venturelli via Getty Images)
SANREMO, ITALY - MARCH 05: Barbara Palombelli is seen on stage during the 71th Sanremo Music Festival 2021 at Teatro Ariston on March 05, 2021 in Sanremo, Italy. (Photo by Jacopo Raule / Daniele Venturelli/Getty Images) (Photo: Jacopo Raule / Daniele Venturelli via Getty Images)

″Non mi sono spiegata bene e mi sono scusata, la colpa è soltanto mia, non ho autori e né cartelli e dunque mi assumo tutta la responsabilità per ciò che ho detto″. Così, in diretta a ‘No stop news’ di Radio 102,5, Barbara Palombelli, attaccata sui social dopo il suo intervento a proposito del tema femminicidi allo Sportello di Forum. ″In molti hanno capito il senso di ciò che volevo intendere e ho ricevuto molti attestati di solidarietà - dichiara la giornalista - Ciò che sottolineavo è che è importante comprendere cosa accade prima del femminicidio, se qualcosa si può arginare prima di questo evento fatale. Dobbiamo chiederci cosa succede se il tuo amore diventa il tuo aggressore o il tuo assassino, quali comportamenti possiamo bloccare prima che la rabbia diventi violenza″.

La Palombelli spiega che a suo parere, si deve capire “cosa succede nella mente di queste persone e come disinnescare la rabbia prima di arrivare al femminicidio”. “Moltissimi di loro arrivano a togliersi la vita - spiega la giornalista e conduttrice - il tema vero è che tipo di rapporto si instaura fra vittima e carnefice e parlare di questo può evitare altre vittime″.

Quanto alle reazioni sui social, la Palombelli pensa che, a livello personale, “si debba imparare da tutto, anche da ciò che è accaduto”. Palombelli riconosce che c’è stata una sua mancanza, ma sottolinea anche come in questo Paese “da un lato sembra essere diventato super permissivo, dall’altro assistiamo all’odio che colpisce, al branco che parte con la violenza e con l’istigazione all’odio contro di me”. E la conduttrice porta l’esempio di Loretta Goggi, anch’essa attaccata sui social, nonostante secondo la giornalista sia “immacolata”. “Io ho una mia corazza ma molte persone possono restare schiacciate, come tante ragazzine che restano vittime del bullismo online″ conclude Palombelli.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli