Pamela Prati: "Dopo Mark Caltagirone ho pensato al suicidio"

·1 minuto per la lettura
Pamela Prati:
Pamela Prati: "Dopo Mark Caltagirone ho pensato al suicidio" (Photo by Vittorio Zunino Celotto/Getty Images)

Due anni dopo la truffa ai danni di Pamela Prati, convinta di essere coinvolta in una relazione con l'inesistente Mark Caltagirone, la showgirl ha deciso di rompere il silenzio in un'intervista al Corriere della Sera per svelare come sono andate davvero le cose.

"Cosa ho pensato quando il castello di bugie è crollato? Non l’ho mai detto prima, ma ho anche pensato di togliermi la vita. La fine di una storia è sempre un trauma, ma scoprire che una persona addirittura non esiste è uno choc psicologico", ha dichiarato Prati.

GUARDA ANCHE - Chi è Pamela Prati?

"Quando ho realizzato che era tutta una finzione mi sentivo svenire - ha aggiunto - mi mancava l’aria. Una violenza psicologica terrificante. Sono stata manipolata da due persone che conoscevano le mie fragilità. Sono tantissime le persone che finiscono nella mia stessa trappola, e oggi il mio impegno è sensibilizzare l’opionione pubblica intorno a questo genere di truffe".

Pamela Prati è scesa per la prima volta nei dettagli: "Durante l’organizzazione del matrimonio ho più volte provato l’abito da sposa, era quello dei miei sogni, come l’ho sempre immaginato. Ho ancora i regali che compravo ai due bambini, una volta ho organizzato sulla mia terrazza una festa di compleanno per il maschietto, che poi ovviamente, con una scusa, non mi hanno più portato, ho video, messaggi, prove, regali. Il mio desiderio più grande è poter far vedere tutto quello che posseggo in modo da dimostrare alle persone quanto macabro sia stato il tutto”.

GUARDA ANCHE - Mark Caltagirone ha un volto? Ecco il video postato da Pamela Prati con a fianco il futuro sposo

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli