Panasonic non venderà più batterie non riutilizzabili in Europa

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 17 mar. (askanews) - La giapponese Panasonic ha annunciato che uscirà dal mercato delle batterie a uso domestico non riutilizzabili in Europa, viste le preoccupazioni ambientali crescenti legate a questo prodotto. Lo scrive la Nhk.

Il gruppo nipponico ha inoltre annunciato che venderà le due fabbriche - una in Belgio e l'altra in Polonia - che producono le pile, oltre che la controllata che le commercializza, all'asset management tedesco Aurelius Group a partire dal mese di giugno. Il prezzo della vendita non è stato reso noto.

Panasonic è uno dei principali produttori mondiali di questo tipo di batterie. Le vendite in Europa rappresentano il 10 per cento della sua produzione globale e valgono 30 miliardi di yen (230,7 milioni di euro) all'anno.

Tuttavia, con il crescere della coscienza ambientale nel Vecchio Continente, il futuro di questo prodotto non riutilizzabile non appare particolarmente roseo, nella valutazione del gruppo giapponese.