Panettiere cerca apprendista per 1.400 euro al mese: "Non trovo nessuno: il problema è il lavoro notturno"

Huffington Post

Offro lavoro ma non trovo candidati adatti: una nuova storia con questo incipit arriva dalla provincia di Padova, dove un panettiere cerca un apprendista per 1.400 euro mensili, ma senza successo. Stefano Brigato gestisce insieme al cognato Guglielmo Peruzzo lo storico panificio di Reschigliano di Campodarsego (Padova), ma non riesce a trovare una giovane leva che lo aiuti nella sua attività: la vicenda è riportata dal quotidiano Il Gazzettino. Da tempo sulla vetrina del panificio è esposto il cartello "Cercasi apprendista panettiere":

Ci serve personale da assumere a tempo pieno, con contratto regolare, ma spesso è proprio questo il problema.

Il contratto prevederebbe 8 ore di lavoro al giorno, uno stipendio che arriva fino a 1.400 euro netti al mese. Tanti i curriculum pervenuti e molti colloqui e periodi di prova sostenuti, ma nessun candidato disponibile a rispettare tutte le condizioni lavorative:

Condizione necessaria per svolgere la professione è il lavoro notturno, che viene retribuito con una maggiorazione del 50%. Si inizia alle 2 di notte e si stacca alle 9 di mattina ma rispetto a un tempo l'attività è meno faticosa. Le impastatrici automatiche, la lievitazione programmabile e i forni a gas computerizzati hanno alleggerito molto il peso della produzione.

Eppure il panettiere non demorde: oltre a continuare la sua ricerca, sottolinea come il mestiere del panettiere sembri non conoscere crisi ed invita i giovani ad investire nelle opportunità offerte da questa professione:

Dobbiamo far capire ai giovani che questo mestiere resiste sempre alla crisi. Già perché, che sia una michetta o un ricercatissimo sfilatino farcito di olive, il pane sulla tavola non manca mai.

Continua a leggere su HuffPost