Paola Pisano e l’informatica: “Questa materia sui banchi di scuola”

ministra Paola Pisano

La ministra per l’innovazione, Paola Pisano, ha espresso la sua speranza che venga al più presto introdotta una nuova materia, fin dalla scuola primaria, volta a favorire il processo di digitalizzazione del Paese.

Le dichiarazioni di Paola Pisano

La ministra per l’Innovazione Paola Pisano spera che vengano introdotte tra le materie scolastiche alcune novità riguardanti la programmazione informatica, così come già avviene con la chimica e la matematica. Nel corso di un’intervista rilasciata ad Ansa, la ministra ha dichiarato che vi è una trattativa in corso con il ministero dell’Istruzione per cercare di mettere in atto la sua proposta. Prima di proseguire su questa linea, però. bisogna attendere il nome del successore di Lorenzo Fioramonti che ha rassegnato le proprie dimissioni dal ruolo di ministro nel giorno di Natale.

“Ci aspettiamo che nella nostra visione a cinque anni – ha affermato Paola Pisano – ci sia questa materia sui banchi di scuola sin dalla prima elementare, esattamente come la chimica e la matematica”. L’intento è quello di insegnare fin da bambini a “costruire siti web e sviluppare applicazioni digitali“.

In particolare, in base ai piani espressi dalla ministra Pisano, questo processo di digitalizzazione permetterebbe di fare ben 300 assunzioni di esperti che andrebbero a rinforzare la struttura del ministero dell’Innovazione, vero e proprio braccio digitale della presidenza del Consiglio. “Nel Milleproroghe è entrato un articolo sulla struttura dell’innovazione che ci permette di assumere 100 esperti. Questo è importantissimo”, ha infatti sottolineato Paola Pisano. Per poi aggiungere: “L’obiettivo è 100 al primo anno, 100 al secondo 100 al terzo”.