Paola Tiziana Cruciani dà 'Tempo al tempo' al teatro Manzoni di Roma

·1 minuto per la lettura

E' il tempo il protagonista assoluto, a cominciare dal titolo, della commedia 'Tempo al tempo' scritta da Paola Tiziana Cruciani con Antonella Laganà, con la prima anche regista e la seconda interprete assieme ad Alessandra Costanzo, Beatrice Fazi e Marta Zoffoli, in scena fino al 23 gennaio al teatro Manzoni di Roma.

Ci sono una romana e una napoletana e c'erano - oppure ci sono anche loro? - una siciliana e una romagnola... potrebbe sembrare l'inizio di una vecchia barzelletta, ma è la 'fotografia' delle quattro protagoniste, per una commedia tutta al femminile, che si svolge su un binario temporale parallelo ma che, come le famose 'convergenze parallele' di Aldo Moro nella politica, questa volta non si incontrano all'infinito bensì in un preciso giorno dell'anno 1974 nel quale piombano - infrangendo con un incidente automobilistico il confine spazio-temporale già varcato da Massimo Troisi e Roberto Benigni nel film 'Non ci resta che piangere'... - due donne dal 2021, pensando a un gioco di ruolo vintage prima di rendersi conto che invece è davvero tutto 'reale'.

"Le due donne di oggi e le due donne degli anni Settanta, dopo un iniziale sconcerto, si ritrovano a confronto sui temi della emancipazione femminile e della liberazione della donna - spiega l'autrice e regista Paola Tiziana Cruciani - Cosa è cambiato? Quai sono stati i passi in avanti? Quali le conquiste e le sconfitte? 'Tempo al tempo' vuole essere un gioco di drammaturgia, di improvvisazione, di schemi; un gioco della finzione condotto dai personaggi, che sarà anche il gioco del teatro condotto dalle attrici".

(di Enzo Bonaiuto)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli