Paolo Bonolis pubblica il primo libro: “In tv ho una maschera”

paolo bonolis

Paolo Bonolis ha pubblicato il suo primo libro dal titolo “Perché parlavo da solo”. Proprio per questa occasione, il conduttore di programmi di successo come Ciao Darwin e Avanti un altro ha rilasciato un’intervista a Tv Sorrisi e Canzoni rivelando qualche divertente aneddoto del passato e raccontandosi un po’.

Paolo Bonolis pubblica il primo libro

Paolo Bonolis è da sempre uno dei presentatori più amati della televisione italiana. Difficilmente un suo programma si rivela essere un flop e solitamente porta a casa picchi di share invidiabili. La sua simpatia e il suo essere sempre ‘sul pezzo’ lo rende uno dei pochi presentatori amati all’unanimità. Difficilmente riceve qualche critica e quando avviene è solo a causa della moglie Sonia Bruganelli, che non riscuote il suo stesso successo, soprattutto sui social. Bonolis è appena uscito nelle librerie con il suo primo libro dal titolo “Perché parlavo da solo” e per questa importante occasione ha rilasciato un’intervista a TV Sorrisi e Canzoni dove ha raccontato qualche aneddoto simpatico della sua vita, sia professionale che privata. Il libro è nato da alcune riflessioni, alcune serie e altre un po’ meno, che Paolo ha fatto negli anni e ha appuntato su fogli di carta sparsi. Il conduttore ha ammesso che in Tv indossa una maschera ed è la stessa che ritroveremo tra le pagine della sua opera prima. Ha dichiarato: “Il presentatore Bonolis che vedete in televisione, quello ‘caciarone’, è una maschera. È l’unica che ho e che mi corrisponde profondamente, alla perfezione. Se non lavorassi in tv, non sarei in grado di esprimere questo lato giocoso e burlone del mio carattere”. Lui e il suo braccio destro Luca Laurenti si incastrano alla perfezione, anche da un punto di vista comico perché “La nostra sintonia è fulminea, da sempre”.

Vecchi aneddoti

Nel corso dell’intervista, Bonolis ha raccontato un aneddoto simpatico legato al suo primo incontro con l’indimenticabile Freddie Mercury, avvenuto a Londra durante una cena. Ha rivelato: “Dopo un po’ capii che avrebbe voluto che andassimo da qualche altra parte… Io misi subito le cose in chiaro: ‘Freddie, adoro la sua musica, la trovo fantastico. Ma davvero: non è ‘robba’ pe’ me’”. Con l’ironia che da sempre lo contraddistingue, il mattatore di Mediaset ha raccontato del palo che ha rifilato a nientepopodimeno che al leader dei Queen. Anche con il mitico Corrado c’è stato un qui pro quo di tutt’altra natura che merita di essere ricordato. L’episodio risale ai tempi di Tira e Molla, programma di cui Corrado era autore. Paolo, con estrema sincerità, propose al collega “una presentazione meno ortodossa” e lui non la prese per niente bene. Alla fine della fiera, però, lo assecondò e scoprì che Bonolis aveva ragione. Il conduttore di Avanti un altro ha ammesso: “Il programma diventò un cult. E quando Corrado mi diede ragione fu un momento importante”. In conclusione, non si poteva che parlare della moglie Sonia. Su di lei ha dichiarato: “Ha l’intelligenza, la precisione di un cecchino. Se deve colpire, prende la mira e preme il grilletto”. Adesso non ci resta che leggere “Perché parlavo da solo” e scoprire se anche la sua penna è pungente come la sua lingua.