Paolo Bonolis sulla politica: 'commedianti e parassiti bloccano politici'

·1 minuto per la lettura

Paolo Bonolis, amato e istrionico presentatore Tv, si è messo a nudo nel suo libro 'Perché parlavo da solo' edito nel 2019 da Rizzoli.

"In questo libro si dicono tante cose che riguardano un po’ tutto quello che mi è passato per la mente nel corso degli anni, e quel che è successo nella mia vita"

Paolo Bonolis in un'intervista per Ibs

Una raccolta in cui da un parte Paolo Bonolis si mette in gioco in prima persona, scritta di suo pugno e riportata graficamente in corsivo. Una seconda parte scritta 'normale' ci sono le trascrizioni di interviste che gli sono state fatte.

LEGGI ANCHE:-- Stasera in tv, C'è posta per te: Paolo Bonolis e Federica Pellegrini - Anticipazioni

Sul suo profilo Instagram, Bonolis da un assaggio di cosa potrete leggere nel libro. Sceglie il capitolo in cui parla della commedia, una commedia che oggi non lo diverte più: la politica.

"E' una commedia a fine di lucro che ha smesso di essere un esercizio di servizio per diventare un meccanismo di servizio"

I problemi sono la vera benzina della politica, scrive Paolo Bonolis, e allora perché mai i politici dovrebbero risolverli? Non si può fare di tutta l'erba un fascio e il presentatore lo dice chiaramente: ci sono politici di grande spessore e onestà.

"Ma sono soffocati dall'immensa pletora di commedianti e parassiti che bloccano le loro iniziative, per garantirsi quella situazione di stallo che li nutre"

Paolo Bonolis in 'Perché parlavo da solo'

Un'analisi chiara e sincera. Pensieri e riflessioni messi neri su bianco. Non ha paura di esporsi Bonolis, anche parlando di un argomento che spesso ancora viene considerato quasi un tabù: le proprie idee politiche.

Crediti foto@kikapress