Paolo Ferrara e la foto fake del tombino: "Non era ritoccata"

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·1 minuto per la lettura

Paolo Ferrara e la foto fake del tombino scatenano il popolo dei social. A innescare il caso è lo scatto circolato sul web di un tombino di una strada di Roma con la griglia occlusa dal bitume dopo la posa dell'asfalto. Alla foto, condita dalle polemiche sulla gestione delle strade, ha risposto il consigliere comunale del Movimento 5 Stelle con un'altra foto dello stesso tombino ma con le griglie libere: "Dovete aspettare la fine dei lavori. Non stiamo mica ai tempi di Alemanno o Marino", ha scritto lo stesso Ferrara, salvo poi rimuovere la foto.

Lo stesso Ferrara è poi tornato sull'argomento in un post su Facebook: "Cercano di nascondere quello che è sotto gli occhi di tutti i romani: le strade vengono finalmente rifatte ovunque! Vogliono sconfiggere gli avversari con le strumentalizzazioni. In queste ore stanno girando alcuni articoli in cui mi si accusa di aver ritoccato la foto di un tombino. Non è vero. Ho semplicemente risposto ironicamente, all’interno di una discussione più ampia dove alcuni hanno cancellato i loro commenti rendendo la discussione incomprensibile, rispondendo ad una foto fake con un’altra foto fake che ho preso da internet. Era una risposta ironica e non credevo di dover dare spiegazioni".

''La strumentalizzazione di questa vicenda ai romani in ogni caso non serve -ha concluso il consigliere pentastellato-. Continuo a lavorare per Roma mentre gli altri parlano... parlano... parlano...".