Paolo Gentiloni: “Necessario rivedere il patto di stabilità”

paolo gentiloni patto stabilità

Il commissario europeo, Paolo Gentiloni, ha espresso le sue perplessità sul patto di stabilità, misura adottata in un momento di crisi che andrebbe rivista. Lo ha annunciato durante un’intervista al quotidiano tedesco Sueddeutsche Zeitung, nella quale ha sottolineato anche le nuove sfide che si presentano nel futuro dell’Eurozona.

Paolo Gentiloni sul patto di stabilità

“Dobbiamo mettere in chiaro che queste regole sono nate in un momento particolare, nel contesto di una crisi. Ora però da questa crisi siamo fuori. E abbiamo altre sfide davanti a noi: la lotta al cambiamento climatico e il pericolo di avere, per un lungo periodo, una crescita bassa e una bassa inflazione”. Questo quanto dichiarato alla stampa tedesca da Paolo Gentiloni, che ribadisce come il contesto delle leggi europee debba essere gradualmente adeguato a questi cambiamenti.

Il commissario europeo ha inoltre annunciato che si prevedono consultazioni sul tema già nella seconda metà del 2020, con la possibilità di presentare diverse proposte. Gentiloni aveva espresso dei dubbi sulla misura economica già lo scorso ottobre, quando aveva dichiarato di voler supervisionare l’applicazione del patto di stabilità e crescita per assicurare una effettiva sostenibilità dei conti. Tra gli altri temi cari a Gentiloni anche il nodo occupazionale e le problematiche legate all’ambiente e alla sostenibilità della produzione industriale.

In quell’occasione, il commissario europeo aveva sottolineato anche la necessità di revisionare le norme del six e two pack. Non solo rivederle, ma anche renderle più efficaci e adattarle al contesto concreto e al contributo del Fiscal Board. L’European Fiscal Board propone infatti una radicale revisione delle regole fiscali dell’Unione europea.