I Papà per scelta insultati dalla rete: “Froci dovete morire”

papà per scelta

I Papà per scelta sono Carlo Tumino e Christian De Florio: sono genitori di due gemelli che hanno quasi due anni, nati grazie ad una madre surrogata. I piccoli si chiamano Seba e Julian. Hanno deciso di raccontare la loro esperienza sul web, creando una pagina su Facebook chiamata Papà per scelta, appunto. Scrivono del loro amore, dell’unione civile, fino al viaggio in America per accogliere i gemellini.

I due hanno anche un blog dove raccontano ogni vicissitudine dell’essere genitore: da poco hanno anche pubblicato un libro. L’obiettivo è semplice: “Vogliamo dimostrare che la nostra famiglia non è poi così diversa dalle altre” hanno detto.

Ma da quando hanno deciso di esporsi, la rete ha iniziato a ricoprirli di insulti, a volte molto pesanti. Gli utenti hanno scritto commenti come: “Dovete morire, froci”, “Froci, contro natura, pervertiti, egoisti, morite”; altri ancora scrivono che i bambini “devono per forza avere un padre e una madre”, definendo i due papà “due schifosi come la madre surrogata”. I due papà pensano che l’odio stia diventando l’influencer più pericoloso della rete, capace di reclutare menti vulnerabili, insicure e rancorose.

I Papà per scelta insultati dalla rete

Nonostante tutto, Carlo e Christian però hanno già fatto sapere che continueranno imperterriti nella loro opera di sensibilizzazione. Entrambi sono convinti che “il cambiamento passa dal caos e dal disordine prima di ricevere l’approvazione della critica”. La coppia desidera cambiare la narrazione sull’omogenitorialità semplicemente facendo vedere la loro realtà quotidiana.