Papà tedesco condannato a 1750 euro di multa

·1 minuto per la lettura
Padre origlia chiamata
Padre origlia chiamata

Amburgo. Padre viene multato per aver ascoltato di nascosto la conversazione tra la figlia e un’insegnante: condannato a pagare 1750 euro.

Padre origlia una conversazione e viene multato

Un papà tedesco è stato condannato a pagare 1750 euro di multa dopo aver ascoltato illecitamente la conversazione telefonica tra la figlia 13enne e un’insegnante, durante la didattica a distanza dovuta al lockdown. Il genitore si è giustificato sottolineando la sua preoccupazione per la valutazione scolastica e l’integrazione della figlia nella classe.

La vicenda

Siamo ad Amburgo, dove un papà è stato condannato da un tribunale tedesco a 25 sanzioni da 70 euro ciascuna, per un totale di 1750 euro, per aver ascoltato di nascosto la conversazione tra la figlia di 13 anni e la nuova insegnante dell’adolescente.

La giovane ragazza era consapevole che il padre avrebbe ascoltato la chiamata: infatti, sarebbe stato proprio lui a imporle di lasciare accese le cuffie Bluetooth per poter origliare la conversazione. Ovviamente, l’insegnante non ne era a conoscenza. Quest’ultima, infatti, tra le altre cose aveva affermato che era ipotizzabile che fosse il padre a svolgere i compiti al posto della ragazza, e ciò le impediva di valutare la prestazione.

La vicenda risale all’agosto scorso, ma è emersa poco dopo quando il padre stesso ha riferito, in una email alla scuola, le parole dell’insegnate. In questo modo avrebbe denunciato involontariamente se stesso e il suo comportamento. Il tribunale quindi ha sanzionato l’uomo per ricordare che, in uno stato costituzionale, l’ascolto illecito di conversazioni, anche da parte di un padre, non è permesso.