Papa: accogliamo i naufraghi giunti esausti sulle nostre coste

Ska

Città del Vaticano, 8 gen. (askanews) - "Chiediamo oggi al Signore di aiutarci a vivere ogni prova sostenuti dall'energia della fede e ad essere sensibili ai tanti naufraghi della storia che approdano esausti sulle nostre coste, perché anche noi sappiamo accoglierli con quell'amore fraterno che viene dall'incontro con Gesù". Così Papa Francesco ha concluso la catechesi dell'odierna udienza generale, incentrata sul naufragio di San Paolo accolto a Malta negli Atti degli Apostolic: "E' questo che salva dal gelo dell'indifferenza e della disumanità".