Papa: anche con il canto la Chiesa interpreta il Vangelo

Red/Cro/Bla

Roma, 9 nov. (askanews) - "L'interprete musicale ha molto in comune con lo studioso della Bibbia, con il lettore della Parola di Dio; in senso più lato con coloro che cercano di interpretare i segni dei tempi; e ancora più in generale con quanti - dovremmo essere tutti - accolgono e ascoltano l'altro per un dialogo sincero. Ogni cristiano infatti è un interprete della volontà di Dio nella propria esistenza, e con essa canta con gioia a Dio un inno di lode e di ringraziamento. Con questo canto la Chiesa interpreta il Vangelo nei solchi della storia. La Vergine Maria lo ha fatto in maniera esemplare nel suo Magnificat; e i santi hanno interpretato la volontà di Dio nella loro vita e nella loro missione". Lo ha detto Papa Francesco ricevendo in udienza i partecipanti al III Convegno Internazionale Chiesa, Musica, Interpreti: un dialogo necessario, promosso dal Pontificio Consiglio della Cultura, in collaborazione con il Pontificio Istituto di Musica Sacra e con l'Istituto Liturgico del Pontificio Ateneo Sant'Anselmo, che si è svolto in Vaticano dal 7 al 9 novembre.

(Segue)