Papa: assistenza sanitaria preclusa a molti,nessuno sia "scartato"

Gtu

Roma, 20 set. (askanews) - L'assistenza sanitaria è "riconosciuta come un diritto umano universale e come una dimensione essenziale dello sviluppo umano integrale", eppure "a livello mondiale, rimane ancora un diritto garantito a pochi e precluso a molti": ha avvertito Papa Francesco, tornando a esortare "la cultura dell'incontro", "dove nessuno è scartato né etichettato" contro la "globalizzazione dell'indifferenza". Bergoglio si è anche soffermato su un altro aspetto dell'assistenza sanitaria, laddove garantita - ha sottolineato - non deve essere "dominata dal tecnicismo" che "snatura il senso ultimo della cura stessa", mentre "l'assistenza sanitaria prestata con un cuore umano avrà sempre la capacità di fare bene alla vita, nello spirito e nel corpo".

L'occasione è l'udienza nell'Aula Paolo VI, con i partecipanti al Simposio promosso dall'Organizzazione Somos Community Care di New York sul tema: "La famiglia immigrata e le sue esigenze sanitarie".

Papa Francesco ha ringraziato la comunità che da anni, a New York, si dedica "all'assistenza e alla cura sanitaria di coloro che vivono ai margini della società, in condizioni di povertà e disagio sociale". "Così - ha sottolineato il Papa - diffondete la cultura dell'incontro, 'dove nessuno è scartato né etichettato, al contrario, dove tutti sono ricercati, perché necessari'". (Segue)