Papa: chi calpesta altri senza pietà giudicato da Dio senza pietà

Ska

Città del Vaticano, 30 gen. (askanews) - Ognuno di noi ha uno stile, "un modo di misurare se stesso, le cose e gli altri" e sarà lo stesso che il Signore userà con noi. Lo ha detto il Papa nella messa mattutina a Casa Santa Marta. Chi misura con egoismo, così sarà misurato; chi non ha pietà e pur di arrampicarsi nella vita "è capace di calpestare la testa di tutti", sarà giudicato allo stesso modo, cioè "senza pietà", ha detto il Papa a quanto riportato da Vatican News.

A questo il Papa contrappone dunque lo stile di vita del cristiano e spiega quale sia il modello: "E come cristiano io mi domando qual è la pietra di riferimento, la pietra di paragone per sapere se sono in un livello cristiano, un livello che Gesù vuole? E' la capacità di umiliarmi, è la capacità di subire le umiliazioni. Un cristiano che non è capace di portare con sé le umiliazioni della vita, manca di qualcosa. E' un cristiano di "vernice" o per interesse. 'Ma perché padre questo?'. Perché lo ha fatto Gesù, si annientò sé stesso, dice Paolo: 'Annientò sé stesso fino alla morte e alla morte di croce'. Lui era Dio ma non si aggrappò a quello: annientò sé stesso. Questo è il modello".