Papa: con genitori secolarizzati servono nonni per evangelizzare

Ska

Città del Vaticano, 31 gen. (askanews) - "Al giorno d'oggi, nelle società secolarizzate di molti Paesi, le attuali generazioni di genitori non hanno, per lo più, quella formazione cristiana e quella fede viva, che invece i nonni possono trasmettere ai loro nipoti. Sono loro l'anello indispensabile per educare alla fede i piccoli e i giovani. Dobbiamo abituarci a includerli nei nostri orizzonti pastorali e a considerarli, in maniera non episodica, come una delle componenti vitali delle nostre comunità". Lo ha detto il Papa ai partecipanti al Primo Congresso Internazionale di pastorale per gli anziani sul tema "La ricchezza degli anni" organizzato dal Dicastero per i Laici, la Famiglia e la Vita, che ha luogo dal 29 al 31 gennaio presso il Centro Congressi Augustinianum di Roma.

Gli anziani "non sono solo persone che siamo chiamati ad assistere e proteggere per custodire la loro vita, ma possono essere attori di una pastorale evangelizzatrice, testimoni privilegiati dell'amore fedele di Dio", ha detto il Papa.

"Se un tempo gli anziani avrebbero potuto popolare un piccolo stato, oggi potrebbero popolare un intero continente", ha detto il Papa. "In tal senso, l'ingente presenza degli anziani costituisce una novità per ogni ambiente sociale e geografico del mondo". E, ha notato il Papa, "dobbiamo mutare le nostre abitudini pastorali per saper rispondere alla presenza di tante persone anziane nelle famiglie e nelle comunità".

Francesco ha ringraziato tutti coloro che dedicano le proprie energie pastorali "ai nonni e agli anziani. So bene che il vostro impegno e la vostra riflessione nascono dall'amicizia concreta con tanti anziani. Spero che quella che oggi è la sensibilità di pochi diventi patrimonio di ogni comunità ecclesiale. Non abbiate timore, prendete iniziative, aiutate i vostri Vescovi e le vostre Diocesi a promuovere il servizio pastorale agli anziani e con gli anziani. Non vi scoraggiate, andate avanti! Il Dicastero per i Laici, la Famiglia e la Vita continuerà ad accompagnarvi in questo lavoro".