Papa: con Shoah Chiesa a Roma fu spazio di asilo per ebrei

Ska

Roma, 3 feb. (askanews) - Durante la Shoah la Chiesa "fu uno spazio di asilo" per gli ebrei perseguitati: lo ha detto Papa Francesco nel messaggio per i 150 anni di Roma Capitale. Il prossimo marzo la Santa Sede aprirà gli archivi relativi al controverso pontificato di Pio XII.

Nel messaggio, letto al teatro dell'opera di Roma dal cardinale Segretario di Stato Pietro Parolin, il Papa ricorda i nove mesi dell'occupazione nazista della città, "segnati da tanti dolori, tra il 1943 e il 1944. Dal 16 ottobre 1943, si sviluppò la terribile caccia per deportare gli ebrei. Fu la Shoah vissuta a Roma. Allora, la Chiesa, fu uno spazio di asilo per i perseguitati: caddero antiche barriere e dolorose distanze. Da quei tempi difficili, traiamo prima di tutto la lezione dell'imperitura fraternità tra Chiesa cattolica e Comunità ebraica, da me ribadita nella visita al Tempio Maggiore di Roma".