Papa e Coronavirus, no vax anche in Vaticano

·1 minuto per la lettura
Papa: 'Ci sono no vax tra i cardinali, uno è ricoverato'
Papa: 'Ci sono no vax tra i cardinali, uno è ricoverato'

Ci sono No Vax anche in Vaticano. Lo ha affermato Papa Francesco in risposta a una domanda sui vaccini durante il volo di ritorno a Roma dal 34esimo viaggio apostolico a Budapest e in Slovacchia.

“Anche nel collegio cardinalizio ci sono negazionisti e uno di questi, poveretto, è ricoverato con il virus… ironia della vita“.

Papa Francesco: “Ci sono cardinali No Vax anche in Vaticano”

Il Papa si stava riferendo al cardinale Raymond Burke, ricoverato in terapia intensiva, dopo aver contratto il virus.

Il volo AZ4004 è quello con il quale Papa Francesco ha lasciato la Slovacchia per far rientro a Roma. Quando raggiunge in fondo all’aereo i giornalisti che da domenica lo hanno seguito tra Budapest e la Slovacchia per rispondere alle domande, rivela che pure nel collegio cardinalizio ci sono dei negazionisti.

Il Papa spiega che: “Bisogna chiarire con serenità per aiutare chi ha paura“.

Eppure, la vaccinazione ha diviso i cristiani in Slovacchia. Papa Francesco ha sempre sostenuto che è un atto di amore fare il vaccino. Tuttavia, ci sono stati diversi approcci nelle diocesi.

“È un po’ strano, perché l’umanità ha una storia di amicizia con i vaccini, da bambini abbiamo fatto il morbillo, la poliomielite, e nessuno diceva nulla… Forse questa virulenza è dovuta all’incertezza, non solo della pandemia. C’è la diversità dei vaccini e anche la fama di alcuni vaccini che sono un po’ di più di acqua distillata, e questo ha creato paura, alcuni dicono che col vaccino ti entra il virus dentro, o che i vaccini non sono sufficientemente sperimentati… Anche nel collegio cardinalizio ci sono alcuni negazionisti e uno di questi, poveretto, è ricoverato con il virus. Ironia della vita. Hanno paura, bisogna chiarire con serenità. In Vaticano sono tutti vaccinati tranne un piccolo gruppetto che si sta studiando come aiutare”.

Papa Francesco: “L’aborto è un omicidio”

Gli argomenti di discussione sono tanti, ad esempio sul negare o no l’eucaristia ai cattolici che sostengono le leggi per l’interruzione di gravidanza, Papa Francesco ripete che:

“L’aborto è un omicidio, ma un pastore deve agire da pastore, con lo stile di Dio che è vicinanza e tenerezza, anche perché quando la Chiesa, per difendere un principio, lo fa non pastoralmente, si schiera sul piano politico”.

Qualcuno chiede come mai abbia deciso di partecipare dopo 21 anni al Congresso eucaristico a Budapest e come vede il cristianesimo in Europa. A queste domande, le risposte del Papa sono state:

“Qualcuno pensava male, a proposito della visita a Budapest, ma era pianificata così, ho promesso al vostro Presidente di vedere il prossimo anno o l’altro se posso venire. Sono tanti i valori degli ungheresi, mi ha colpito il senso dell’ecumenismo con una profondità grande, grande. In genere, l’Europa deve riprendere i sogni dei suoi padri fondatori. L’Unione Europea non è una riunione per fare delle cose, c’è uno spirito alla base della Ue che hanno sognato Schumann, Adenauer, De Gasperi, questi grandi che hanno sognato l’Europa…C’è il pericolo che sia soltanto un ufficio di gestione, e questo non va, si deve andare proprio alla mistica, cercare le radici dell’Europa e portarle avanti. E tutti i Paesi devono andare avanti. È vero che alcuni interessi, forse non europei, cercano di usare l’Unione europea per le colonizzazioni ideologiche, e questo non va. La Ue deve essere indipendente e ispirata ai sogni dei suoi grandi fondatori”.

Inoltre, domenica mattina Papa Francesco si è incontarto con Orbán:

“Io sono stato visitato, da me è venuto il presidente (János Áder, ndr), ha avuto questo garbo, è la terza volta che lo incontro, ed è venuto con il primo ministro e con il viceministro. Ha parlato il presidente. Il primo tema è stato l’ecologia, davvero chapeau a voi ungheresi, come si dice, per la coscienza ecologica che avete, mi ha spiegato come purificano i fiumi, cose che io non sapevo… Poi io ho domandato dell’età media, perché sono preoccupato dell’inverno demografico, in Italia la media dell’età è 47 anni, Spagna credo peggio ancora, tanti villaggi sono vuoti o con una decina di anziani. Come si risolve? Il presidente mi ha spiegato la legge che hanno per aiutare le coppie giovani a sposarsi, ad avere figli. Interessante, è una legge che assomiglia abbastanza alla legge francese, ma più sviluppata. Mi hanno spiegato questo, lì hanno aggiunto qualcosa, il primo ministro (Orbán, ndr) e il viceministro su come era questa legge. Sull’immigrazione non si è parlato. Siamo tornati sull’ecologia, sulla famiglia nel senso di cui parlavo, la demografia”.

Papa Francesco: “Il matrimonio è un sacramento tra uomo e donna”

Quanto al matrimonio omosessuale, afferma che:

“Il matrimonio è un sacramento tra uomo e donna e la Chiesa non ha potere di cambiare i sacramenti. Ci sono leggi che cercano di aiutare le situazioni di tanta gente che ha un orientamento sessuale diverso. La Chiesa non ha potere di cambiare i sacramenti così come il Signore li ha istituiti. Ci sono leggi che cercano di aiutare le situazioni di tanta gente che ha un orientamento sessuale diverso. È importante, gli Stati hanno possibilità civilmente di sostenerli, di dare loro sicurezza di eredità, salute eccetera non solo per gli omosessuali, ma per tutte le persone che vogliono associarsi. Ma il matrimonio è matrimonio. Questo non vuol dire condannarli, sono fratelli e sorelle nostri, dobbiamo accompagnarli”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli