Papa elogia i presepi (ma non quello moderno in piazza S.Pietro)

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Città del Vaticano, 20 dic. (askanews) - Ha suscitato molto dibattito in questi giorni, ben oltre i confini del Vaticano, il presepe installato quest'anno a piazza San Pietro: statue monumentali di ceramica realizzate attorno al Sessantotto dagli studenti del liceo artistico di Castelli, in Abruzzo. Ogni anno il Governatorato vaticano organizza un presepe per Natale, offerto solitamente da un comune italiano. E quest'anno le figure cilindriche che da alcuni giorni sono al centro del colonnato berniniano - oltre alla sacra famiglia c'è anche, per dire, un astronauta e una figura soprannominata da un giornale conservatore inglese "Darth Vader" - hanno suscitato ironie e indignazione dei cattolici reazionari. Anche il New York Times si è occupato della querelle. E oggi il Papa è sembrato intervenire... evitando di citare quel presepe ed elogiando invece le scene della natività in mostra a poche decine di metri, sempre all'interno di piazza San Pietro. "Quest'anno - ha detto Jorge Mario Bergoglio rivolto ai fedeli che hanno assistito all'Angelus domenicale - gli organizatori hanno avuto la felice idea di fare la mostra 100 presepi sotto il colonnato: sono tanti presepi che svolgono una catechesi al popolo di Dio. Vi invito a visitare i presepi sotto il colonnato per capire come la gente cerca con l'arte di fare vedere come è nato Gesù. I presepi sotto il Colonnato sono una grande catechesi della nostra fede". A giudizio del Papa, evidentemente, non quello al centro della piazza.