Papa: Europa ritrovi radici cristiane riconciliando le diversità

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 12 set. (askanews) - L'Europa ritrovi le "radici cristiane" perseguendo l'unità "tra noi nel continente" e avendo "cura gli uni degli altri". Così Papa Francesco, parlando ai Membri del Consiglio Ecumenico delle Chiese nella Repubblica Slovacca. Occorre prodigarsi "per una riconciliazione delle diversità nello Spirito Santo; per un'unità che, senza essere uniformità, sia segno e testimonianza della libertà di Cristo, il Signore che scioglie i lacci del passato e ci guarisce da paure e timidezze", ha sottolineato.

"Come possiamo auspicare un'Europa che ritrovi le proprie radici cristiane se siamo noi per primi sradicati dalla piena comunione? Come possiamo sognare un'Europa libera da ideologie, se non abbiamo il coraggio di anteporre la libertà di Gesù alle necessità dei singoli gruppi dei credenti? È difficile esigere un'Europa più fecondata dal Vangelo - ha detto il Pontefice - senza preoccuparsi del fatto che non siamo ancora pienamente uniti tra noi nel continente e senza avere cura gli uni degli altri. Calcoli di convenienza, ragioni storiche e legami politici non possono essere ostacoli irremovibili sul nostro cammino. Ci aiutino i Santi Cirillo e Metodio, precursori dell'ecumenismo".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli