Papa Francesco elogia i "santi della porta accanto": sono tanti

Rcc/Tor

Roma, 1 nov. (askanews) - Nel giorno in cui la Chiesa festeggia insieme in tutto il mondo tutti i Santi Papa Francesco tesse all'Angelus l'elogi della "santità della porta accanto". Rappresentata da quelle persone che "vivono vicino a noi tutti i giorni e con il loro operare sono un riflesso della presenza di Dio". Perchè ogni giorno in mezzo a noi "ci sono tante testimonianze guardando le cui vite veniamo stimolati ad imitarle". E loro, così come i Santi celebrati dalla Chiesa "sono persone che si sono abbandonate a affidate a Dio con fiducia e amore".

"Il ricordo e la festività dei Santi - ha ancora detto Papa Bergoglio all'Angelus- ci induce ad alzare gli occhi verso il cielo: non per dimenticare ma per affrontare con ancora maggiore coraggio e speranza la nostra realtà sulla terra".

Dal Papa, che domani ricorderà il giorno dei defunti celebrando messa nelle catacombe romane di Priscilla, un invito "per piacere" a "pregare sempre anche per i defunti che ci hanno preceduto nell'altra vita e sono tramite fra la terra e l'al di là. E a visitare domani i cimiteri come atto di carità e fede, in questi giorni, in cui, purtroppo, circolano anche messaggi di cultura negativa sulla morte e sui morti"