Papa Francesco ricorda i suicidi avvenuti durante la pandemia

·2 minuto per la lettura
Papa Francesco
Papa Francesco

Durante l’udienza generale, Papa Francesco ha parlato dei numerosi suicidi a causa della perdita del lavoro, che sono avvenuti durante la pandemia da Covid. Il pontefice ha affermato: “In questi tempi di pandemia tante persone hanno perso il lavoro, lo sappiamo, e alcuni, schiacciati da un peso insopportabile, sono arrivati al punto di togliersi la vita. Vorrei oggi ricordare ognuno di loro e le loro famiglie”.

Covid, Papa Francesco invita a un’istante di silenzio

Papa Francesco ha invitato a fare “un istante di silenzio per ricordare quegli uomini e quelle donne disperati perché non trovano lavoro” aggiungendo: “Quello che ti dà dignità non è portare il pane a casa, ma guadagnarlo. E se noi non diamo alla nostra gente la capacità di guadagnare il pane questa è ingiustizia sociale. I governanti devono dare a tutti la possibilità di farlo. Il lavoro è un’unzione di dignità”.

Covid, Papa Francesco si rivolge ai disoccupati

Papa Francesco ha poi rivolto un pensiero nei confronti di chi ha perso il lavoro: “Molti giovani, molti padri e molte madri vivono il dramma di non avere un lavoro che permetta loro di vivere serenamente. Tante volte la ricerca di esso diventa così drammatica da portarli al punto di perdere ogni speranza e desiderio di vita”.

Covid, Papa Francesco: “La politica deve prendere decisioni di prevenzione e immunizzazione”

Nel discorso al corpo diplomatico, Papa Francesco aveva osservato come nella lotta al Covid-19 “vi deve essere poi l’impegno della politica a perseguire il bene della popolazione attraverso decisioni di prevenzione e immunizzazione, che chiamino in causa anche i cittadini affinché possano sentirsi partecipi e responsabili, attraverso una comunicazione trasparente delle problematiche e delle misure idonee ad affrontarle”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli