Papa: Giovanni Paolo II riferimento per le famiglie in difficoltà

Ska

Città del Vaticano, 30 ott. (askanews) - Il magistero di Giovanni Paolo II sulle tematiche della famiglia "rappresenta sicuro punto di riferimento per trovare soluzioni concrete alle tante difficoltà e alle innumerevoli sfide che le famiglie devono affrontare ai nostri giorni". Lo scrive Papa Francesco in un messaggio all'arcivescovo Agostino Marchetto, storico, nunzio apostolico a riposo e segretario emerito del pontificio consiglio per i Migranti e gli itineranti, in occasione di un convegno intitolato titolo "Giovanni Paolo II, il Papa della famiglia" che si svolge oggi al Campidoglio.

"Con cortese pensiero", scrive il Papa nel messaggio non formale inviato al "caro fratello" Agostino Marchetto, "Lei ha voluto informarmi del convegno dal titolo 'Giovanni Paolo II, il Papa della famiglia', promosso dal Centro Europeo per il turismo e la cultura, in occasione del centenario di nascita del Santo POntefice. Mi associo spiritualmente al significativo incontro di riflessione, presieduto dal cardinale Angelo Comastri e desidero inviare agli organizzatori, ai relatori ed ai presenti tutti il mio cordiale saluto, esprimendo vivo apprezzamento per l'iniziativa. La sua riconosciuta capacità di indagine storia, fondata sulle fonti, caro Fratello - prosegue il Papa - come pure la competenza degli altri illustri relatori, potranno offrire unvalido contributo volto ad approfondire il pensiero sulle tematiche della famiglia così come emerge negli interventi del sacerdote, del vescovo, del Papa Karol Wojtyla".

"Nel corso della sua esistenza - prosegue Francesco - egli ha incessantemente indicato alla Chiesa e alla società l'esigenza di tutelare e promuovere la famiglia, costituita da un uomo e una donna, quale cellula vitale dell'umanità. Come ebbe a dire nell'Esortazione apostolica Familiaris consortio: 'L'avvenire dell'umanità passa attraverso la famiglia! E', dunque, indispensabile ed urgente che ogni uomo di buona volontà si impegni a salvare ed a promuovere i valori e le esigenze della famiglia' (n. 86)".

"Nel solco di questa prospettiva - scrive ancora Jorge Mario Bergoglio - il Pontificato di Giovanni Paolo II si è distinto nell'impegno di far comprendere la natura e il senso della famiglia quale Chiesa domestica, dove gli sposi sono chiamati a formare una comunità di persone, crescendo continuamente attraverso la fedeltà quotidiana alla promessa matrimoniale del reciproco dono totale. Il magistero di questo grande Pontefice sulle tematiche della famiglia - rimarca il Papa - rappresenta sicuro punto di riferimento per trovare soluzioni concrete alle tante difficoltà e alle innumerevoli sfide che le famiglie devono affrontare ai nostri giorni".

"Auspico che questa giornata di studio possa essere un'occasione preziosa per favorire proposte, progetti e politiche in favore delle famiglie, affinché non si sentano sole e scartate, ma sia dato loro di trovare sollievo e sostegno, specialmente - sottolinea Francesco - quando le energie e le risorse vengono meno. Assicuro la mia preghiera, chiedendo l'intercessione di San Giovanni Paolo II, testimone della bellezza della famiglia e del suo imprescindibile ruolo nella società. Con questi sentimenti, mentre rinnovo a Lei, caro Fratello, la mia stima riconoscente per il suo servizio alla Chiesa, sono lieto di inviare la Benedizione apostolica a quanti prenderanno parte al Convegno".