Papa, gli auguri delle cugine

·1 minuto per la lettura

Auguri a papa Francesco dai cugini. Domani Francesco compirà 85 anni e i parenti piemontesi si stringono intorno allo 'zio' Pontefice per ricordarlo nella giornata speciale che, da quando è al soglio di Pietro, trascorre come tutti gli altri giorni, ricevendo persone in udienza e pensando ai poveri. Carla Rabezzana, cugina di primo grado di Bergoglio, contattata dall’Adnkronos, fa sapere che domani non mancherà di fare gli auguri allo ‘zio Giorgio’ come lo chiamano i cugini piemontesi affettuosamente. “Gli auguri con tutto il cuore glieli farò arrivare per e-mail”, dice la cugina di Bergoglio.

Lo farà anche Giuseppina Ravedone che a giugno di sei anni fa incontrò Bergoglio in arcivescovado a Torino con tutti i parenti durante la visita del Pontefice in città. In quell’occasione Pina affrontò di petto il cugino Papa: “Giorgio, ma perché non smetti di fare il Papa? Questa non è vita, sembra di essere in una prigione. Alla tua età non si può vivere così”. Poi si sentì male, ebbe un lieve malore ma il Pontefice si accorse che alla tavolata mancava lei. Più tardi la chiamò e disse: “Pina non lascio, almeno non ora. Ci sono ancora tante cose che devo fare. Finché la salute me lo permetterà rimarrò. Ma tu ricordati sempre di pregare per me, mi raccomando”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli