Papa: habitat "religioso" ideologico genera violenza e vendetta

Ska

Città del Vaticano, 31 ott. (askanews) - "Addirittura proprio un habitat che si definisce 'religioso', ma in realtà è ideologico, genera in alcune persone sentimenti di violenza e persino desiderio di vendetta": lo ha detto Papa Francesco, che questo pomeriggio ha voluto presenziare alla Giornata di Studio organizzata dalla Pontificia Università Lateranense sul tema: "Educazione, diritti umani, pace. Gli strumenti dell'azione interculturale ed il ruolo delle religioni".

"Molte volte anche noi, donne e uomini di fede, ci limitiamo a dare indicazioni piuttosto che trasmettere l'esperienza di valori e virtù". Il nostro messaggio rischia di essere così "astratto e di rimanere inascoltato", ha detto il Papa, secondo il quale "di fronte alla mancanza di pace, non basta invocare la libertà dalla guerra, proclamare diritti o anche utilizzare l'autorità nelle sue diverse forme. Occorre soprattutto mettersi in discussione e recuperare la capacità di stare tra le persone, dialogare con esse e comprenderne le esigenze, magari con la nostra debolezza, che poi è il modo più autentico per essere accolti quando parliamo di pace", ha detto Jorge Mario Bergoglio.

Il Papa ha concluso l'evento con l'inaugurazione di una mostra collocata nell'atrio dell'Ateneo che, dal suo punto di vista, vuol essere un contributo a quanto detto nel corso del Convegno. Intitolata: "Calligrafia per il Dialogo: promuovere la cultura di pace attraverso la cultura e l'arte" è dedicata alla memoria del cardinale Jean-Louis Tauran, un uomo che ha speso la sua vita per favorire il dialogo a tutti i livelli.

"Non possiamo restare indifferenti, limitandoci a invocare la pace", ha detto Papa Francesco. "Tutti, educatori e studenti, siamo chiamati a costruire e proteggere quotidianamente la pace, rivolgendo la nostra preghiera a Dio perché ce ne faccia dono".