Papa: il diavolo esiste, basta guardare i seminatori di odio -2-

Ska

Città del Vaticano, 12 nov. (askanews) - "Tante volte mi viene da pensare che le notizie sono un racconto di odio per distruggere: attentati, guerre", ha detto Papa Francesco. E' vero che "tanti bambini muoiono di fame, di malattie" perché non hanno acqua, istruzione, educazione sanitaria. "Ma perché i soldi che servirebbero per questo - denuncia Papa Bergoglio - vanno per fabbricare le armi e le armi sono per distruggere". Questo è quello che succede nel mondo, ma anche "nella mia anima, nella tua, nella tua". Per il "seme di invidia del diavolo, dell'odio". "E di cosa ha invidia il diavolo? Della nostra natura umana. E voi sapete perché? Perché il Figlio di Dio si è fatto uno di noi. Questo non può tollerarlo, non riesce a tollerarlo".

E allora distrugge. "Questa - spiega il Papa - è la radice dell'invidia del diavolo, è la radice dei nostri mali, delle nostre tentazioni, è la radice delle guerre, della fame, di tutte le calamità nel mondo". Distruggere e seminare odio, prosegue Francesco, "non è una cosa abituale, anche nella vita politica", ma "alcuni lo fanno". Perché un politico ha spesso "la tentazione di sporcare l'altro, di distruggere l'altro", sia con bugie, sia con verità e non fa così un confronto politico sano e pulito "per il bene del Paese". Preferisce l'insulto, per "distruggere l'altro". "Io sono bravo, ma questo sembra più bravo di me?", pensa, e allora "lo butto giù, con l'insulto".

(segue)